L’ Home Staging è una tecnica di marketing che serve a valorizzare gli spazi delle proprietà immobiliari, migliorandone l’immagine in modo da favorirne la vendita o l’affitto in breve tempo.

Se ci pensi bene, si tratta di un processo naturale: nessuno si recherebbe mai a un colloquio di lavoro in tuta, né venderebbe un’auto ammaccata o sporca. Perché a una casa deve toccare un destino diverso? Si spera forse che il cliente colmi con la propria fantasia tutti gli spazi vuoti o trascurati? Non lo farà.  Alcuni studi hanno dimostrato che un individuo decide di acquistare casa entro i primi 92 secondi della sua prima visita. Spesso si tratta di una decisione intuitiva, della quale nemmeno lui è pienamente consapevole. I ragionamenti che seguiranno serviranno a confermare la sua scelta. I dubbi saranno smentiti in pochi minuti. La mente ancora non lo sa, ma il suo cuore ha già deciso. E ha deciso sulla base di ciò che ha visto, non di ciò che immagina.

L’Home Staging colma la mancanza di fantasia

Non tutti dispongono di una mente creativa in grado di andare oltre la situazione reale. Se un appartamento è in stato d’abbandono, può essere difficile immaginarselo ristrutturato e ritinteggiato. Se in un angolo c’è un divano logoro con le molle che schizzano da tutte le parti, la mente avrà difficoltà a sostituirlo con un comò o un televisore al plasma. A questo devono pensare gli esperti di Home Staging. Il loro scopo è far sì che l’appartamento si esprima al massimo delle proprie potenzialità. Sceglieranno quindi colori in grado di illuminare la stanza, tessuti d’arredo adatti all’ambiente e mobili così ben inseriti nello spazio da dare l’impressione di esser stati realizzati su misura. Poi, appenderanno quadri, arricchiranno le stanze con oggetti di design, soprammobili, tappeti, cuscini. In poche parole, prepareranno l’immobile per il servizio fotografico, per le riprese video e per la visita del cliente. Il nuovo proprietario, quando l’allestimento sarà smantellato, potrà decidere di ispirarsi a ciò che ha visto o modificare l’assetto dell’ambiente. Qualunque sarà la sua decisione, non agirà per farsi piacere una casa che non lo convince fino in fondo, bensì per farsela piacere ancora di più dopo il colpo di fulmine iniziale.

Il vantaggio per il venditore

Il servizio di Home Staging prevede un piccolo costo aggiuntivo rispetto alle commissioni d’agenzia, perché richiede l’intervento di professionisti specializzati nell’allestimento degli spazi.  Tuttavia, chi decide di vendere casa, non deve considerare quest’attività un vezzo, bensì un investimento (circa l’1% del valore dell’immobile) che gli consentirà di ridurre al minimo il margine di trattativa del cliente e la permanenza dell’appartamento su mercato. Quando un immobile è poco appetibile, infatti, può rimanere invenduto per molti mesi. Questa situazione genera frustrazione, ansia, e porta il venditore a ridurre il prezzo fino al rischio di una svendita.

Preparando l’appartamento all’incontro con il cliente, il rischio è assolutamente scongiurato, e gli studi lo dimostrano: dopo un intervento di Home Staging, la permanenza media di un immobile sul mercato (N.B: qui si fa riferimento al contesto italiano, non agli appartamenti messi in vendita da ImmoSanremo) scende da 282 giorni a 64 giorni, e la percentuale di sconto richiesta dall’acquirente diminuisce del 13%, con piena soddisfazione sia del venditore sia dell’acquirente.

Desideri informazioni sul servizio di Home Staging? Contattami!