Cerchiamo di fare chiarezza. Che cos’è la certificazione energetica degli edifici e come si lega ad un immobile?

Wikipedia lo spiega in maniera molto semplice dicendo che:

La certificazione energetica degli edifici è una procedura di valutazione volta a promuovere il miglioramento del rendimento energetico degli edifici, grazie alla informazione fornita ai proprietari e utilizzatori, dei suoi consumi energetici richiesti per mantenere un determinato clima interno.

Così come specifica la nostra fonte è facile capire che la certificazione energetica di un edificio vale come un controllo che documenta le caratteristiche del risparmio energetico.

Tutti sappiamo che un edificio costruito oggi non consuma in egual modo rispetto a un edificio costruito negli anni novanta. Questo è il motivo principale per cui nel tempo si è pensato di adottare delle misure tecniche che hanno permesso la realizzazione di edifici più autosufficienti dal punto di vista energetico.

Con l’entrata in vigore del DL 63/2013 è obbligo allegare ai contratti di compravendita immobiliare (così come a quelli di locazione) il cosiddetto APE, l’Attestato di Prestazione Energetica, che dichiara in quale classe si trova l’edificio che si intende vendere o locare.

Ma nel concreto a che cosa serve questo Attestato di Prestazione Energetica? La risposta è molto semplice: è importante perché aiuta a conoscere la reale efficienza di una casa. Un appartamento con classificazione energetica A+ avrà consumi molto diversi da quello di classe G, l’ultima categoria presente nella scala prevista del risparmio energetico.

Ad esempio, l’appartenenza ad una classe dipende dalla tipologia dell’impianto di riscaldamento dell’edificio, dai materiali e dagli isolanti con cui è stato costruito tale impianto, ma anche da che tipo di serramenti e infissi sono stati scelti.

Nel momento in cui si decide di acquistare una casa conoscere la sua classificazione energetica aiuta ad avere consapevolezza degli interventi che vanno fatti dopo l’acquisto e questo vale soprattutto quando si decide di acquistare un immobile da ristrutturare o seminuovo.

Con questo documento è possibile ricevere le indicazioni dei consumi stimati per l’edificio a cui si è interessati e ai fini di un acquisto è un elemento indispensabile per affrontare una compravendita immobiliare trasparente e basata su calcoli tecnici e lungimiranti.

Ecco perché è importante conoscere la certificazione energetica di un immobile.