Proposta d’acquisto tramite agenzia

L’acquisto di un immobile, si sa, richiede del tempo, non solo per la ricerca ma anche per la successiva fase che comporta il saper gestire la proposta d’acquisto.

Una volta individuato l’immobile, infatti, l’interessato deve sottoscrivere la proposta d’acquisto.

Si tratta del primo atto scritto di una trattativa di compravendita, tramite il quale chi propone l’acquisto esplicita l’intenzione di acquistare un immobile a determinate condizioni.

E’ un passaggio chiave perchè la proposta rappresenta lo strumento in grado di fissare i termini della compravendita e chi meglio dell’agenzia immobiliare è in grado di seguire questo iter?

Proposta di acquisto

In genere la proposta d’acquisto  tramite agenzia è irrevocabile viene formalizzata su un modello prestampato fornito dall’agenzia immobiliare che si occuperà di gestire la comunicazione tra le parti.

All’interno della proposta di acquisto devono essere presenti gli elementi essenziali del contratto, tra cui il prezzo offerto, le condizioni ed i termini di pagamento (oltre ovviamente alla descrizione dell’immobile in oggetto);

deve essere inoltre presente il termine di validità entro il quale il proponente dovrà aspettarsi l’accettazione del venditore.

Proposta d’acquisto ci sono dei termini ?

E’ consigliabile stabilire un tempo breve per la validità della proposta (ad esempio una settimana).

Trascorso questo termine, infatti, la proposta d’acquisto si intende risolta e pertanto priva di qualsiasi efficacia.

Al momento della firma della proposta, le agenzie richiedono il versamento di una somma a garanzia del fatto che il possibile acquirente mantenga l’impegno assunto.

In tal caso solitamente si versa una cifra di modesto importo tramite assegni non trasferibili intestati al proprietario dell’immobile.

Il denaro viene eventualmente restituito al proponente d’acquisto nel caso in cui trascorra la data di validità della proposta.

Se stai per acquistare casa devi leggere assolutamente “Acquistare casa consigli utili”

Proposta di acquisto la firma

Nel momento in cui il venditore firma la proposta per accettazione, allora questa diventa vincolante.

Nel momento in cui al proponente verrà comunicata l’accettazione di parte venditrice, il contratto si intende perfezionato e rappresenta un vero e proprio contratto preliminare.

Nella proposta devono esserci le clausole che prevedano una serie di condizioni su elementi che si potranno verificare solo in un secondo momento prima di procedere con il rogito.

Proposta d’acquisto le verifiche

In particolare la proposta deve prevedere la regolarità di tutte le verifiche riguardanti la proprietà del bene e tutti gli aspetti urbanistici, catastali e condominiali che lo riguardino, per poter riformulare o annullare la proposta qualora emergessero complicazioni, ovvero spese non previste o mancanze di qualità e consistenza (viene inserita una formulazione standard nella proposta).

Per questi motivi gestire la proposta d’acquisto tramite l’agenzia immobiliare è una soluzione tra le più consigliate.