Se acquisti un immobile tramite un’agenzia immobiliare devi sapere una cosa fondamentale: al mediatore spetta una provvigione.

Con la legge 03.02.89 n. 39, il legislatore ha definito le regole per l’esercizio della professione di mediatore e all’articolo 6 ha regolarizzato il diritto alla provvigione, ovvero l’onorario spettante al mediatore immobiliare per l’operato svolto con la sua attività.

Con questa legge si è cercato di regolarizzare il settore e tutelare gli interessi del privato che ha bisogno di assistenza per l’acquisto, la locazione o la vendita di un immobile. Regolarizzare la categoria ha significato anche garantire ai cittadini la possibilità di affidarsi a esperti di settore, che studiano per diventare agenti immobiliari, che possono esercitare la professione solo dopo aver conseguito un esame  che gli consegna il patentino di agente immobiliare con relativa iscrizione alla Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari.

Perché è importante la provvigione dell’agenzia immobiliare

Dal momento in cui un agente immobiliare riceve una richiesta da un cliente, il suo compito è quello di impegnarsi totalmente nel dare un servizio eccellente. Il servizio che offre il mediatore comprende diversi ambiti poiché segue passo dopo passo una trattativa immobiliare, accompagna il cliente in tutte le fasi della compravendita fino al rogito notarile.

Il cliente si affida a un’agenzia per essere coccolato, per ricevere assistenza contrattuale che gli permetta di acquistare o vendere casa con serenità e nel pieno rispetto della legge.

provvigione-immobiliare

L’ art. 1755 del codice civile sulla provvigione immobiliare

L’articolo che disciplina il diritto di provvigione è il 1755 del codice civile e stabilisce che il mediatore

Ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti se l’affare è concluso per effetto del suo intervento.

La legge stabilisce che il compenso per la prestazione del mediatore è pari al 3 % del prezzo di vendita dell’immobile. Non tutti sono informati, però, che l’agente matura il diritto da entrambi le parti,  sia dalla parte acquirente sia dalla parte venditrice. Altra cosa che non si conosce è che non sempre si applica il regime del 3 % , perché si tende a venire incontro alle esigenze dei clienti.

Ogni trattativa, infatti, va valutata in maniera diversa. Un buon agente immobiliare dovrebbe proporre una soluzione personalizzata che aiuti sia acquirente sia venditore a vivere il momento di acquisto o vendita con il sorriso.

Sei d’accordo con me?