Come ho scritto anche nella pagina “Chi Sono” del sito web di Immosanremo, sono consulente immobiliare ormai da un decennio. E non si tratta di un decennio qualsiasi: tra la fine degli anni duemila e l’inizio degli anni dieci, le tecnologie informatiche sono diventate talmente pervasive da riempire ogni momento della nostra giornata.

Prima che si diffondessero gli smartphone e i social-network, l’accesso alla rete era circoscritto ai ritagli di tempo, ai pochi attimi in cui potevamo sederci al Pc. Ora è possibile essere connessi ventiquattro ore su ventiquattro. Il cliente si aspetta (e a volte pretende) che tu sia sempre rintracciabile. Questo ha portato inevitabili cambiamenti nel modo di gestire il lavoro, di interagire con le persone e di promuovere gli immobili.

Sito internet e SEO

Nel 2007, le riviste cartacee ricoprivano ancora un ruolo importante nella diffusione degli annunci immobiliari, ma la parte del leone era svolta dai portali tematici: l’iscrizione a siti come casa.it e immobiliare.it era fondamentale per promuovere gli immobili. Senza, lavorare diventava impossibile.

In un contesto di esigue dimensioni quale quello sanremese, il passaparola funzionava bene. Il sito internet era un semplice supporto a un’attività di marketing che poteva garantire un risultato positivo anche senza investimenti eccessivi. Molti imprenditori  se lo facevano realizzare gratis dal parente smanettone e lo piazzavano su un portale gratuito, pensato per sostenere un traffico ridotto: cento, duecento persone al giorno, non di più. Oggi è impensabile agire nello stesso modo. La creazione – e talvolta anche l’aggiornamento – del sito internet dev’essere affidata a un professionista capace. Essere un web-master non basta: è necessario appoggiarsi a un esperto di Search Engine Optimization, più comunemente nota come SEO.

La SEO comprende tutti i lavori necessari affinché un sito web abbia struttura e contenuti di facile indicizzazione sui motori di ricerca. I siti internet, infatti, oggi sono talmente tanti che, senza un adeguato posizionamento, per i clienti diventa quasi impossibile trovarli.  Occorre quindi scegliere parole chiave forti, scrivere frasi semplici e brevi che possano essere lette da Google, gestire le immagini affinché abbiano nomi e didascalie coerenti con il testo dell’articolo, sfruttare i link e… tante altre cose, credimi.

Presenza sui social media

Al giorno d’oggi una buona promozione non può prescindere dalla presenza sui social-media. Nessun mezzo può garantire così tanta visibilità. Fino a qualche anno fa, dal dentista e dal dottore si leggevano le riviste. Oggi, invece, nei tempi morti (e a volte anche in quelli “vivi”) tutti consultano la home-page di Facebook. Tra una condivisione e un like, le persone vedono i miei annunci. E magari mi scrivono.

Ho profili aperti su diversi social, ma è Facebook quello su cui investo più tempo ed energie. Il suo supporto è fondamentale per la mia attività, considerando che 40.000 cittadini sanremesi su 60.000 sono iscritti. La pagina dell’agenzia è molto attiva, conta quasi 3000 persone, tutte targettizzate, che rendono il mio brand-positioning molto importante a livello territoriale. A me infatti non interessa che ImmoSanremo sia conosciuta in tutta Italia, ma che chi cerca o vende casa a Sanremo possa trovare ciò che cerca.

Anche il mio profilo personale offre un supporto importante alla promozione degli immobili. Da un paio d’anni pubblico, quasi quotidianamente, dirette video con le quali presento gli appartamenti in vendita: grazie a questa pubblicità, i tempi delle trattative si sono notevolmente accorciati. Chi visita un immobile ha infatti già un’idea di ciò che troverà, con un rischio di delusione minore rispetto al passato.

Utilizzo dello smartphone

Una persona che trascorre in ufficio otto ore al giorno può essere rintracciata in qualunque momento, ma per chi svolge un lavoro dinamico come il mio è pressoché impossibile lavorare senza il supporto dello smartphone. La velocità che caratterizza la vita contemporanea e la facilità di accesso alla tecnologia ha reso le persone molto più intolleranti nei confronti di attese e ritardi.

Quando ricevi un’email, devi essere in grado di fornire riscontro al massimo entro poche ore. Se non lo fai pur avendone la possibilità (la gente dà per scontato che tutti abbiano una connessione mobile) sembra che tu non abbia cura del tuo lavoro.

Inoltre lo smartphone consente di gestire al meglio la presenza sui social media, di interagire con la gente, di mostrare ai clienti le foto degli immobili che potrebbero esser di loro interesse, di rispondere tempestivamente a ogni quesito.

A volte può diventare una schiavitù, ma la sua importanza per un consulente immobiliare è innegabile.

Per concludere

Mentre scrivevo mi sono venuti in mente molti altri cambiamenti da elencare. Ne parlerei, se non rischiassi di dilungarmi troppo. Però chissà: magari in futuro potrei dare un seguito a questo articolo…